martedì 9 febbraio 2010

Disco del Giorno 10-02-10: The Yum Yums - Sweetest Candy. The Best of (2009; Kid Tested)

“Quando ho scoperto gli Yum Yums non potevo credere esistesse un gruppo così figo che non avevo mai ascoltato in vita mia”. Parola di Joe Queer, uno che di pop punk francamente se ne intende. E come dargli torto, del resto. Tre album di studio da Sweet As Candy (1997) a Whatever Rhymes with Baby (2008), passando per Blame It On the Boogie (2002), più una manciata di singoli ed innumerevoli partecipazioni a compilation di ogni sorta hanno fatto del combo norvegese capitanato da Morten Henriksen un punto fermo della scena powerpop-punk vecchia maniera. E’ dunque più che giusto trovare gli “yummies”, come affettuosamente vengono chiamati dai fans di lunga data, alle prese con il primo best of della loro carriera, edito dalla label americana Kid Tested records.

Sweetest Candy, questo il brillante titolo della raccolta, offre davvero il meglio tratto dalla discografia del sodalizio norvegese, e tutte le hits minori del gruppo, da Back to Rosie a Goodbye to You, da Crazy Over You a Be My Baby sono presenti e risplendono come ai tempi in cui furono concepite. Chi, senza dolo, ancora non conoscesse gli Yum Yums, sappia che il sovraccarico di saccarina è enorme, ad alto potenziale additivo e non sarà facile perdere il vizio di farne uso smodato. Melodie senza tempo immerse in un concentrato di velocità ed energia che sommergono gran parte delle produzioni similari degli ultimi dieci anni. Del resto, il sottotitolo di questo best-of recita “Pop punk hits covered with chocolate”, non so se ci siamo intesi.

Il finale è scontato: disco consigliato ai novizi. Ma tutto sommato anche a chi, come il sottoscritto, già è pratico della questione, poiché i migliori brani del repertorio ci sono (quasi) tutti e Sweetest Candy è molto comodo da tenere in macchina per qualsiasi evenienza, pronto ad essere sparato dall’autoradio con il volume alzato oltre soglia. La tradizione powerpop-punk scandinava abita questi solchi, e non sorprendetevi se scoprirete uno dei migliori incroci tra Ramones e Rubinoos degli ultimi anni. Solo, non spaventatevi per la velocità. Buon viaggio!

Nessun commento: