giovedì 7 giugno 2012

Disco del Giorno 07-06-12: artisti vari - The New Sell Out (2012; Futureman)


Dite pure quello che volete, tanto pressoché nulla riuscirà a scalfire la mia ferrea convinzione: Sell Out è il miglior album degli Who, punto e basta. Quel magico mix tra hits istantanee, stravaganti e magnetici segmenti psych-pop, acuti pensierini acustici e consueto strapotere radiofonico non aveva precedenti e non avrà successori nella pur clamorosa discografia del combo londinese. Sell Out voleva essere un tributo alle stazioni radiofoniche pirata in voga in quegli anni, e fu concepito come programma radio, per l'appunto, con tanto di jingles e stacchi pubblicitari che legavano un brano a quello successivo. E che jingles! Il tutto a comporre un'opera, perché di opera si tratta, assolutamente geniale.

Quasi dodici anni or sono, la Futurman records di Rick McBrien assemblava un clamoroso tributo a The Who Sell Out, ingaggiando per l'operazione un paio di dozzine di bands ed artisti scelti tra la créme della scena pop e powerpop. Il risultato, per qualche strana ragione, è rimasto a prendere polvere per molto tempo nei cassetti dei desideri dell'etichetta, e riesumato solamente qualche settimana fa. D'attendere ne è valsa la pena, senza alcun dubbio, poiché  The New Sell Out è uno dei migliori tribute albums mai usciti, e non sto scherzando.

Dall'apertura spaccaossa, Armenia City In The Sky firmata dai grandi Paranoid Lovesick, è un turbinio di canzoni ovviamente immense e reinterpretate nel miglior modo possibile. Il livello è sovrumano, e alcuni jingles rifatti in maniera inaspettatamente grandiosa e verosimile non fanno eccezione, ma dovendo citare almeno gli highlights non possiamo certo tralasciare il magnifico soft-psych di Our Love Was, graziosamente reinterpretato dagli Splitsville; la top 10 hit I Can See For Miles, in cui gli Shazam sembrano sentirsi davvero a proprio agio; la personale favorita Glittering Girl, ben restaurata dai Flashing Lights; le fillastrocche Medac, addirittura esaltata da un ispiratissimo Brendan Benson, e Silas Stingy, a cura degli Zumpano. Poi, il trattamento "west coast" riservato dai Cloud Eleven (con Rick Hromadka e Nelson Bragg in formazione) a Relax, la coda lisergica di Glow Girl affidata ai Vandalias e potremmo andare avanti.

Non lo faremo, perché il consiglio per l'acquisto sembra già convincente, o almeno lo spero. Sappiate che, purtroppo e per ora, The New Sell Out è disponibile solo in formato digitale ed in vendita per la popolarissima cifra di 7 dollari su Bandcamp (link qui sotto). Non abbiate dubbi, tuttavia, poiché è vero che ancora non so se le compilazioni troveranno posto nella classifica di fine anno, ma, qualora dovessero, un posto nella top 10 spetterà quasi certamente a questo paradisiaco tributo.

Buy it on Bandcamp

Nessun commento: