martedì 4 novembre 2008

Ristampa del Giorno 04-11-08: Richard Snow - Tuesday Music (2008; Side B Music)

I più attenti lettori di Under The Tangerine Tree ricorderanno di certo il nome di Richard Snow. Un paio di mesi fa, infatti, abbiamo parlato della ristampa del suo primo lp ad opera della Side B Music. Jerry Boyd e la sua etichetta hanno ora ristampato anche il secondo album dell'autore Britannico, intitolato Tuesday Music ed originariamente uscito nel 2005. Il disco, che già avevo avuto la fortuna di ascoltare ai tempi della sua pubblicazione, si è rifatto il trucco, è stato rimasterizzato e presenta ben sette bonus tracks.

L'omonimo album d'esordio, lo abbiamo detto, è un gran bel lavoro, ma come già sospettavo parlandone, non raggiunge i sontuosi picchi del suo successore, che ad oggi è la migliore cosa fatta uscire da Richard Snow. Se lo stile è similare, con una grande attenzione per le armonie vocali multistrato e sonorità reminescenti del miglior Brian Wilson, bisogna comunque dire che Tuesday Music è ancora più legato a quei suoni e a quelle immagini, laddove il primo album lasciava ogni tanto spazio a divagazioni seventies di stampo ora Costello, ora Clash. Il secondogenito di Richard è invece un puro viaggio nel Pet Sound, e le atmosfere di quell'album sono ricreate in maniera assolutamente magistrale. Se siete amanti del vocal-pop di matrice Wilsoniana proposto da bands come i Wondermints, come i tardi Baby Lemonade e come - ovviamente - gli Splitsville di "The Complete Pet Soul" potreste anche smettere di leggere questa recensione e andare ad ordinarne immediatamente una copia. Se invece ancora non siete convinti, oppure le cose non vi sono chiare, vado subito ad esaltare le trame più significative di un disco che sarebbe peccaminoso lasciarsi sfuggire.

La "colonna sonora del Martedì" si apre alla grande con Silent Girlfriend, un magnifico brano dove le onnipresenti armonie vocali Beachboysiane si adagiano su una tela sonora jangle memore dei Byrds meno introspettivi. Già, i Byrds sono un'altra prepotente influenza per Richard, e una conferma in questo senso arriva da Hard To Be Happy, ancora una volta intrisa di puro e commovente jangle-rock sound che pende dalle labbra di McGuinn e Clark. E si respira aria di California in ogni dove. When You Smile e Over sono altri due grandi esempi di Brian Wilson pop dove l'approccio è quello di un professore della materia, e la title track è un interludio di trentanove secondi che davvero sembra un estratto originale di Pet Sounds.

Per il resto, Richard delizia l'ascoltatore con acustici di grande impatto come You're My Number 1, ideale tratto di congiunzione tra i classici stile Simon & Garfunkel (si, e allora?) ed i Love più immersi nel folk e con divertissemnent estemporanei come Lonesome Cowboy, americana come ci si aspetta e dove lo stacco pseudo-reggae regala sensazioni inaspettate. Ad infiocchettare il tutto, come anticipato, ci sono le sette bonus tracks, sette versioni acustiche o comunque differenti di altrettanti brani di Richard Snow, tra le quali spicca la versione "unplugged" di Attention Not Required, tratta dal suo album d'esordio.

Avrete capito, in buona sostanza, che se il vocal pop Californiano dei sixties è il sound giusto per toccare le corde del vostro cuore, l'acquisto di Tuesday Music è una grande occasione per non rimpiangere (o rimpiangere meno) gli eroi del passato. E se, più in generale, il pop è la vostra ragione di vita, non vedo un solo motivo perchè non dobbiate mettervi in casa il secondo album di Richard Snow. Anzi, se non l'avete ancora fatto, prendeteli tutti e due, già che ci siete.

2 commenti:

Madison Fallen ha detto...

Potresti anche trovare il tempo per farmi quella famosa compilation...!

maisa

Emmanuel ha detto...

Ciao Maisa...Hai ragione cazzo, te la faccio immediatamente, altrimenti rischio di dimenticarmene per i prossimi sei mesi...